Biodiversità in Rete

Il ritorno a scuola per alcuni alunni pugliesi è carico di attese e nuove scoperte da fare: si partirà dal grande lavoro svolto nell’anno scolastico precedente per “vivere” le ultime due sezioni del progetto “Biodiversità in rete”, un percorso proposto da Arif e sviluppato da tecnici ed esperti sulla biodiversità, nelle scuole delle province pugliesi.

Laboratori, visite sul campo, attività in classe: i bambini tra gli 8 ai 10 anni, i “custodi del futuro”, sono stati coinvolti nelle varie esperienze didattiche e si sono resi protagonisti di tante piccole e nuove scoperte. Maestri ed esperti del settore hanno guidato i bambini nell’imparare a riconoscere le piante, metterle a dimora e nel comprendere l’importanza della biodiversità.

Il progetto ha lo scopo primario di formare le nuove generazioni nell’ambito dello sviluppo sostenibile e di promuovere degli stili di vita in armonia con la natura, ma punta anche ad avvicinare gli alunni al metodo scientifico, a destreggiarsi tra le risorse bibliografiche e documentali per le ricerche di storia delle scienze e delle tecniche; a promuovere un nuovo ed efficace metodo didattico per la scienza e la storia della scienza; ad avvicinare alla cultura tecnico-scientifica, anche attraverso un migliore utilizzo dei laboratori scientifici e di strumenti multimediali.

Gli istituti che hanno aderito all’avviso pubblico indetto dall’ARIF Puglia e coinvolti fattivamente nel progetto per la provincia di Lecce sono:

  • Circolo Didattico C. Battisti – Lecce
  • I.C. “Teresa Sarti” – Campi Salentina
  • Direzione Didattica V. Ampolo – Surbo
  • I.C. Statale Ugento
  • I.C. Statale Aradeo – Neviano

Per le provincie di Bari e BAT:

  • I.C. “Umberto I – S. Nicola” – Scuola Primaria F. Corridoni – Bari
  • I.C. “Umberto I – S. Nicola” – Scuola Primaria N. Piccinni – Bari
  • I.C. “G. Mazzini – G. Modugno” – Scuola Primaria G. Mazzini – Bari
  • I.C. “Falcone – Borsellino” – plesso Chiaia e plesso Cirielli – Bari
  • I.C. “Ceglie Manzoni Lucarelli” – plesso Ceglie – Bari
  • I.C. “M. D’Azeglio – G. De Nittis” – Scuola Primaria M. D’Azeglio – Barletta
  • 3° Circolo “N. Fraggianni” – Barletta
  • 2° Circolo didattico “Mons. Petronelli” – Trani

Per Brindisi e provincia:

  • I.C. Cappuccini – Brindisi
  • I.C. G. Mazzini – Torre Santa Susanna
  • 2° Circolo Giovanni XXIII – Fasano

Per Foggia le attività sono state svolte negli istituti:

  • Istituto Scolastico “De Amicis – Pio XII” – Foggia
  • I.C. “Santa Chiara-Pascoli-Altamura” – Foggia
  • I.C. “Giordani – De Sanctis” – Manfredonia

Per Taranto i protagonisti sono stati gli alunni degli Istituti:

  • I.C. Volta – plesso Tempesta – Taranto
  • I.C. Aldo Moro – Carosino
  • I.C. Frascolla – San Vito
  • I.C. Don Bosco – Manduria

Grazie al metodo educativo dell’”imparare facendo” gli alunni, impegnati nelle attività manuali e di ricerca, hanno scoperto il ciclo della natura e hanno familiarizzato con tutti i temi legati alla biodiversità. E il risultato è stato un successo, con una grande quantità di materiale didattico prodotto a scuola attività di cooperative learning, sviluppo di disegni e foto, schede riassuntive, cartelloni e piantine messe a dimora.

Ora tutto è pronto per avviare il percorso che vedrà impegnati i ragazzi in attività extrascolastiche nei vivai forestali della Regione Puglia, nei boschi didattici e nelle aree protette regionali.


Documenti

Brochure di Progetto

Comunicato Iniziale

Comunicato Intermedio con visita in Assessorato

Ripresa attività e augurio del Direttore

Lettera Scuole e Partecipazione Concorso



Gadget e materiale didattico

Ultimo aggiornamento

22 Novembre 2022, 10:39