Museo Civico

Il Museo prestigioso di Maddaloni

....in breve

Il Museo Civico di Maddaloni è situato nel borgo della Pescara, in pieno centro storico, all'interno del complesso monumentale di S. Maria de Commendatis. 

Il primo impianto dell'edificio risale al XVI secolo, seguirono modifiche e ricostruzioni i fino al XXI sec. quando venne aperto al pubblico come sede del Museo.

Direttrice

dott. Maria Rosaria Rienzo

 

… come raggiungerci

Maddaloni, sita lungo il tracciato della via consolare Appia (Strada statale 7), dista 7 km da Caserta e 26 km dall’aeroporto di Napoli-Capodichino.
Per chi viaggia in automobile: l’uscita autostradale più vicina è quella di Caserta Sud (autostrada A1); prendere quindi la SS 87,  poi la SS 265.
Per chi viaggia in treno: la stazione di Maddaloni dista 500 m dal museo.
Maddaloni può essere raggiunta con le autolinee di servizio pubblico ACM, le Autolinee alifane e le Autolinee CTP.

 BENVENUTI

Il Museo Civico ha sede nel prestigioso complesso monumentale di Santa Maria de Commendatis del XVI sec. di proprietà del Comune di Maddaloni. Fin dall’antichità fu sede di un ospedale e, successivamente, nel XVIII sec. di un convento di suore domenicane. Ha una superficie utile di circa 550 mq distribuita su tre livelli: piano terra, primo e secondo piano.

Il piano terra ha una funzione polivalente che varia dall’utilizzo dell’ ambiente a sala per conferenze, proiezioni, laboratorio didattico e all’occorrenza anche come spazio espositivo per mostre.Al piano primo, la sala dedicata all’ archeologia, ospita reperti databili tra l'età del Rame (2800-1800 a.C.) e il III sec. d.C. Il percorso della seconda sala ha l’obiettivo di far conoscere la stratificazione storica di Maddaloni, infatti sulla mappa del 1856 sono state eseguite le fasi storiche della città: Medioevo, il periodo Feudale e la   Restaurazione borbonica.

 

Ai pannelli si aggiungono sculture lignee di   ricercata fattura settecentesca e materiale architettonico del XIII e XVI sec. La terza sala è dedicata all’industria della maiolica settecentesca con materiali realizzati nelle faienzere maddalonesi. Non mancano dipinti del XVII e XVIII sec. Una sezione speciale, di grande interesse per la città, è la collezione di oggetti in oro, argento e corallo appartenenti al nostro protettore S. Michele Arcangelo.Essa rappresenta l’ intimo devozionale del popolo maddalonese che ringrazia, dopo l’aiuto ottenuto, l’ Arcangelo Michele con un oggetto a lui prezioso. Le due sale del secondo piano sono dedicate alle mostre temporanee.

Il Museo ha destinato queste sale alle collezioni ed ai contributi di artisti moderni e contemporanei di livello nazionale ed internazionale senza però tralasciare gli artisti locali il cui contributo costituisce un inestimabile tesoro della collettività.